lunedì 6 febbraio 2012

ODISSEA 1.12

Odisseo: "Prudente Nestore, ti narrai di Calipso che per sette anni mi amò sull'isola di Ogigia, amò quest'uomo che rifiutò l'Immortalità, desiderando Itaca più di ogni altro dono sulle Terre e sui Mari. Talvolta sento il grecale che mi narra di Calipso, della sua isola lontana, dove ella credo stia ancora piangendo per me, e un che di malinconico mi assale. Chiesi il giusto per me. Ma per lei? Davvero meritai il ritorno a Itaca?".
Nestore: "Luminoso amico, in ogni uomo vivono tanti uomini e su ogni Terra e Mare soffiano multiformi venti che vibrano del tempo che è stato. Eppure, divino Odisseo, gli uomini devono scegliere e negato ai molti è il ritorno al focolare. Fu giusta la tua scelta? Solo nel presente sta la risposta, non ti crucciare per ciò che fu e che più non è".

Così si dice abbia detto l'Uomo

Nessun commento:

Posta un commento