mercoledì 1 febbraio 2012

ODISSEO 1.7

Odisseo: "O saggio Nestore! Ben furono trafitti dal mio arco possente i pretendenti al trono, violentatori di xenia e osceni banchettatori!".
Nestore: "Sì giusta fu la tua azione, nobile Odisseo, quale quella del giardiniere che, nell'arte del potare, estirpa la gramigna e le piante parassite. Tale arte dovrebbe intendersi tra gli uomini al governo, siano di regni o di città".

Così si dice abbia detto l'Uomo